[vc_row][vc_column][vc_column_text]

NORME ETICHE

Le presenti norme regolano il comportamento etico a cui ogni Associato (Player) dell’Associazione PlaySharing deve attenersi. Il Consiglio Direttivo di PlaySharing può in qualsiasi momento riadattarle e integrarle in caso di necessità e provvederà contestualmente ad informare ogni Associato (Player) attraverso i canali ufficiali.
Ogni Associato (Player) si attiene alle stesse e ne garantisce il pieno rispetto. Nessuna norma contiene richieste di produzione, ma si promuovono il rispetto reciproco tra Associati e le buone norme di collaborazione.

1. Accettazione di ruoli ed impegni
PlaySharing: non chiede nulla per suo contributo e garantisce onestà, trasparenza, rispetto dei suoi impegni negli orari di lavoro regolari. Non ha alcun impegno o dovere fuori orario in caso di numero richieste fuori dall’ ordinario. Garantisce e pretende massimo rispetto per tutti e da tutti.
Player: non deve nulla per quanto ricevuto né può pretendere alcunché fuori da quanto a tutti messo a disposizione. Gli è garantito e garantisce a sua volta rispetto per ogni collaboratore. Ha un comportamento etico verso gli altri Player e comprende che il rispetto delle norme etiche è tassativo per tutti in mancanza del quale PlaySharing si riserva il diritto di espellerlo dall’associazione. Il Player è a conoscenza e accetta che il suo nome utente (nickname) sia condiviso su tutta la sua upline e downline.

2. Azioni di condivisione ammesse ai Player
Ogni Player può:
a) diffondere a chiunque ogni messaggio con testo autorizzato da PlaySharing o similare, senza mai variare termini essenziali come “benefit” o “guadagni in benefit” da non confondere mai con “guadagni in euro”.
b) Attuare promozioni già ammesse nell’elenco di cui a questo documento, oppure dietro specifica richiesta alla Presidenza.
c) Promuovere materiali di PlaySharing (Webinar/Tutorial/Promo) su propri canali Social/Youtube/Mail mediante link ai canali ufficiali dove questi sono pubblicati.
Ogni Player non può mai, per alcun motivo:
a) Usare termini, a titolo esemplificativo “investimento”, che possono ricondurre ad attività di Investimento, Gestione o Sollecitazione del Risparmio o ricondurre PlaySharing ad attività diverse da quelle presenti nello statuto.
b) Usare impropriamente materiale aziendale, ancor meno con link legati a suo codice (se non in pagine proprie non generiche PlaySharing) perché ricavato da materiale a sua volta prodotto e pubblicato da PlaySharing per tutti i Player.
c) Apportare modifiche non autorizzate a materiale ufficiale.
d) Usare il nome PlaySharing come nome del profilo personale sui social o sulle proprie pagine personali. Il Nome PlaySharing è ad uso di tutti i Player solo sulle pagine ufficiali dell’azienda.
e) Registrare a sua insaputa qualunque persona, per qualsiasi motivo.
f) Convincere già registrati ad annullare proprio codice per re-iscriversi sotto il suo.
g) Spammare, promuovere o mettere in atto qualsiasi comportamento sui canali ufficiali di PlaySharing (quali chat, Whatsapp, Telegram, etc) atto a promuovere altre opportunità o business.
h) Usare in tutti i canali ufficiali linguaggio offensivo nei confronti di qualunque tipo di persona fisica o giuridica, ed in ogni modo qualunque forma di razzismo di genere.
i) Promettere e o garantire guadagni a fronte di investimenti, o in ogni caso qualunque informazione diversa da quanto comunicato da PlaySharing attraverso tutti i canali ufficiali.
j) Esercitare qualsiasi condotta, qui non espressa in dettaglio, sia contraria alle norme di corretta condotta commerciale.
Il non rispetto anche solo di una delle norme sopraesposte comporta lo sospensione del codice del Player per il periodo di tempo deciso da PlaySharing: dal minimo di un (1) mese al definitivo.

3. Regole comportamentali in chat
Al fine di mantenere serietà, decoro e rispetto verso ogni partecipante, chiunque intervenga in chat è pregato di mantenere un linguaggio educato e rispettoso verso chiunque. Non sono ammessi improperi e tanto meno insulti. E’ poi fatto divieto preciso di utilizzare la community di PlaySharing per promuovere altre opportunità, di qualsivoglia genere e settore. Il non rispetto anche solo di una delle norme sopraesposte comporta la sospensione del Player per il periodo di tempo deciso da PlaySharing: dal minimo di un (1) mese al definitivo.

4. Azioni promozionali ammesse
Il Player può, senza alcuna richiesta di autorizzazione:
a) Promuovere su suoi canali qualsiasi materiale ufficiale messo a disposizione di tutti i suoi Player da PlaySharing, purché tramite link diretto allo stesso canale ufficiale dove il materiale è pubblicato.
b) Promuovere l’attività, con testi consigliati da PlaySharing, con qualunque mezzo a sua scelta, incluso Adwords, Mailing, Web marketing o advertising classico su Stampa, Radio, Tv. Per qualsiasi modifica dei concetti deve essere richiesta autorizzazione, come pure per l’utilizzo di parole in più che esprimano ulteriori concetti (es: no a utilizzo di termini generici e impropri come “guadagni infiniti” / ”guadagni automatici” / ”ricchezza”/ ”garanzia di..”)
c) Fare passaparola all’ estero precisando ad ogni amico che nel suo Paese si opererà solo ed esclusivamente quando PlaySharing deciderà di operarvi. PlaySharing non esprime alcun impegno in tal senso e deciderà se e come andare all’estero secondo tempi e modi non sindacabili.

5. Divieti assoluti
Il Player che incorre in uno di questi comportamenti gravemente scorretti riceverà la cancellazione automatico del codice Associato e l’Associazione riserva la possibilità di azioni legali per danni verso lo stesso autore.
a) Promesse di guadagni in euro.
L’ azienda ha ribadito in ogni occasione, e così continuerà a fare, che non remunererà mai in denaro, per alcun motivo, un suo Player. Tutto avverrà sempre e solo in credits, a loro volta convertibili unicamente in moneta elettronica (Token). Sarà lo stesso Player a decidere quando e se liquidare presso l’exchange dedicato, al valore di mercato di tale momento.
b) Esagerazioni di qualsiasi tipo.
PlaySharing non incorre mai in promesse o previsioni di alcun tipo, ed invita costantemente ogni Player a fare altrettanto. Chiunque si esponga in modo plateale ad affermazioni non certe o comprovabili danneggia l’immagine del progetto e perde immediatamente il diritto al suo ruolo di Player. Sono incluse affermazioni del tipo (“guadagni infiniti” / ”crescita illimitata” / ”tutto in automatico” / ”non occorre fare nulla di nulla salvo registrarsi” / ”diritto al gruppo automatico” / ”progressione della 6×8 certa, senza nessun proprio contributo “/ ”ricchezza certa” ed ogni frase similare per concetto alle stesse).
c) Falsificazione di registrazioni.
Al Player sorpreso a registrare con nome o dati falsi viene sospeso immediatamente il codice. La prima volta per un mese di tempo; la seconda per 6 mesi; la terza definitivamente.
d) Registrazioni di persone senza loro consenso volontario.
Non può mai essere effettuata la registrazione di persone che non siano perfettamente coscienti, consapevoli ed abbiano pienamente accettato la stessa. Il fatto può avere conseguenze anche penali, a discrezione del falsamente registrato.
e) Promozioni fuori da quelle consentite.
Qualsiasi promozione non ammessa è fortemente vietata ed ogni Player deve dimostrare la responsabilità del comprendere che non si può né si deve in alcun modo infangare il buon nome del progetto e delle aziende che vi partecipano, né danneggiare altri con promozioni fuori dal consentito.

6. Buon comportamento raccomandato per lo sviluppo della propria community
Ai fini del miglior progresso è altamente raccomandabile che ogni Player segua questi semplici consigli non appena entrato. Il buon Player comprende perfettamente che non ha nessun obbligo al di là del rispetto norme etiche, ma che se contribuisce a divulgare corrette info a chi le richiede e controllare a sua volta che nessuno vada “fuori strada” contribuisce a dare al progetto un futuro che può significare molto per tanti come lui. Ogni Player tutela la sua Community e non accetta che vi siano soggetti che invece violano le norme etiche. Qualora accada il Player è pregato di segnalare l’accaduto, con tutti i dettagli riscontrabili, affinché si possa intervenire.

7. Canali di incontro, confronto, informazione
PlaySharing pubblica tutti i suoi Tutorial di guida operativa sui suoi canali Social. Il confronto diretto con e tra i Player è attualmente sulle sue pagine Facebook e Telegram.
In generale PlaySharing si riserva il diritto, ove ne fosse necessario, di adire per vie legali contro tutti i comportamenti che mettono a rischio la stabilità del progetto e al fine di tutelare tutti i Player che operano eticamente.Per qualsiasi chiarimento sulle norme etiche o su quanto non previsto si potra contattare PlaySharing attraverso i canali ufficiali.

8. Marchi, informazioni e proprietà intellettuale
Il marchio è un bene importante e prezioso. Esso contribuisce a identificare i prodotti e servizi dell’Associazione e delle Società Partner. L’Associazione deve proteggere il proprio marchio da un cattivo utilizzo e da ogni tipo di violazione. Ogni volta che marchio registrato, un logo o un simbolo vengono utilizzati impropriamente o vengono utilizzati da qualcuno che non sia il proprietario, il valore e l’importanza del marchio può essere enormemente diminuito. Pertanto PlaySharing farà qualsiasi sforzo per proteggere il proprio marchio, il logo aziendale e i disegni relativi, in modo che nessun altro possa utilizzarli. Le regole esposte qui di seguito sono state sviluppate per mantenere l’integrità del marchio e per assicurare che il nome e i marchi dell’Associazione e delle Società Partner siano disponibili esclusivamente per l’attività di shopping & Sharing. L’Associazione non consentirà l’utilizzo del proprio nome commerciale (denominazione sociale), marchi di fabbrica (denominazioni prodotto), disegni, o simboli da parte di alcuna persona, compreso l’Associato, senza previa autorizzazione della stessa. L’Associazione emetterà un decreto ingiuntivo contro qualsiasi persona utilizzi il nome commerciale, marchi di fabbrica, marchi registrati, loghi, disegni e simboli senza la sua autorizzazione e, se necessario, intraprenderà un’azione legale in caso di mancato rispetto del decreto ingiuntivo. Se l’Associazione non agisse in questo modo, gli Associati si troverebbero presto il mercato inondato di prodotti e materiali PlaySharing non prodotti dalla stessa o venduti dai propri Associati. Naturalmente gli Associati sarebbero enormemente danneggiati da un simile comportamento di concorrenza sleale.
Gli Associati non possono utilizzare o tentare di registrare alcun nome commerciale, marchio di fabbrica, marchio registrato, nome di servizio, logo, nome di prodotto, denominazione aziendale dell’Associazione e Società Partner (chiamati complessivamente Proprietà intellettuale) attuali o successivamente acquisiti, o alcun derivato o variazione simile degli stessi in modo tale che possano creare confusione, errori o inganno riguardo alla fonte dei prodotti o servizi pubblicizzati.
Gli Associati non possono utilizzare la proprietà intellettuale della Società o alcuna variazione simile di questa proprietà, in una ragione sociale, indirizzo e-mail, nome di dominio o sottodominio Internet, numero di telefono, pubblicità online, username o in alcun altro indirizzo, contatto o titolo. L’Associato conviene di riassegnare immediatamente all’Associazione qualsiasi registrazione di denominazione aziendale, denominazioni commerciali, marchi di fabbrica o nomi di dominio Internet dell’Associazione e delle Società Partner registrati o prenotati in violazione di questa disposizione. La non osservanza di questa disposizione provocherà l’immediato recesso dello stato di Associato.
Le informazioni sull’Associato tra cui: nomi, indirizzi, indirizzi e-mail e numeri di telefono di altri Associati, sono un segreto commerciale che costituiscono informazioni proprietarie della Società. Le informazioni proprietarie sono trasmesse all’Associato in via confidenziale e, in base a questo accordo di riservatezza e non divulgazione, l’Associazione non fornirà queste informazioni all’Associato. Gli Associati convengono di non rivelare tali informazioni a terzi o utilizzarle per fini non aziendali o per entrare in competizione con l’Associazione e le Società Partner. L’Associato riconosce che dette informazioni proprietarie hanno una caratteristica tale che le rende uniche e che la divulgazione o l’utilizzo delle stesse in violazione di questa politica provocherà un danno irreparabile alle attività dell’Associazione e dell’Associato.
Gli Associati si asterranno da praticare attività di sponsorizzazione incrociata. Questa disposizione è applicabile a tutti i Paesi in cui l’Associazione è ufficialmente attiva. La violazione delle Norme Etiche costituisce una rinuncia e una rescissione volontaria dell’accordo dell’Associato, in vigore alla data della violazione, e la perdita di tutti i benefit pagabili per e dopo il mese di calendario in cui è avvenuta la violazione.
Le violazioni di questa disposizione sono particolarmente dannose per la crescita e per le vendite, e l’Associazione può richiedere e ottenere i danni derivanti dalla violazione di questa disposizione.

9. Pubblicità
PlaySharing premia i propri Associati per l’acquisto individuale (payback) e l’acquisto di clienti e Associati della propria linea genealogica (fino ad ottavo livello), su prodotti e servizi (benefit diretti ed indiretti) in funzione agli accordi tra Associazione ed aziende fornitrici . L’attività di promozione si svolge prevalentemente online, mediante social network, instant messaging (WhatsApp, Telegram), può avvenire in un ambiente famigliare in cui presentare l’opportunità, o anche con meeting in hotel ad invito.Per valorizzare il modello marketing referenziale (da persona a persona),l’Associazione PlaySharing si riserva il diritto discrezionale di vietare la promozione in locali non idonei alla propria immagine.
Insegne esterne o le esposizioni in vetrina che pubblicizzano la Società o i suoi prodotti saranno vietate in qualsiasi luogo che non sia la sede dell’Associazione.Ad eccezione di articoli promozionali preventivamente approvati che possono essere autorizzati alla vendita dall’Associazione, nessun Associato può utilizzare marchi, marchi registrati, logo o immagini della stessa (e delle aziende con le quali l’Associazione ha una partnership commerciale) su alcun articolo promozionale prodotto in modo indipendente (es.: decalcomanie su auto/magneti/adesivi, portachiavi, cappelli, T-shirt, tazze, biglietti da visita, banner, adesivi, cartoleria, ecc.).
Gli Associati non possono utilizzare, riprodurre o divulgare il nome commerciale, il logo o qualsiasi marchio di fabbrica o marchio di servizio della Associazione e delle aziende con le quali la stessa ha una partnership commerciale, ad eccezione di quelli che si trovano nelle immagini pubblicate nei Canali Social Ufficiali PlaySharing. Sono compresi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, l’utilizzo del termine “PlaySharing” (o qualsiasi derivato o variazione simile dello stesso che possa confondere qualcuno e portarlo a credere di avere a che fare con l’Associazione), il logo e tutti i marchi o gli slogan che contraddistinguono i prodotti o i servizi offerti dall’Associazione e dalle Società con le quali essa collabora in via esclusiva. Tutto il materiale degli Associati deve riportare le parole “Associato PlaySharing” in posizione visibile, utilizzando le stesse (o più grandi) dimensioni di carattere (min 14 punti), lo stesso colore e tipo del testo intorno, e deve essere sottoposto al Direttivo dell’Associazione per approvazione prima della produzione.
Gli Associati convengono di evitare qualsiasi riferimento o link a siti Web di terzi che non sono collegati ai Partner PlaySharing. Gli Associati non possono addebitare alcun costo al fine di ottenere un profitto per qualsiasi servizio, formazione, opuscoli pubblicitari, materiali, siti Web, associazione o altro materiale correlato con la con l’Associazione.
Tutte le richieste di approvazione pubblicitaria devono essere inoltrate insieme a una copia digitale del materiale proposto, prima che il materiale venga pubblicato o distribuito all’email amministrazione@playsharing.it. Queste pubblicità includono, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: opuscoli pubblicitari, nastri audio o video, e-mail, esposizioni, insegne su veicoli, bacheche, siti Web, comunicazioni Internet, messaggi telefonici, annunci stampati, merci, ecc. Qualsiasi materiale approvato è per utilizzo personale e per la distribuzione esclusiva all’interno della downline dell’Associato.
La commercializzazione attraverso i mass-media non è consentita direttamente agli Associati e qualsiasi richiesta per progetti di questo tipo dovrà essere valutata dal Direttivo dell’Associazione. Gli esempi di questo tipo di commercializzazione includono comparsa e informazioni o pubblicità commerciali su radio e televisione, tabelloni pubblicitari e/o mezzi di comunicazione online.
Gli Associati non possono produrre per la vendita o la distribuzione alcun evento registrato e/o senza previa autorizzazione scritta a PlaySharing. Gli Associati non possono inoltre riprodurre per la vendita o per utilizzo personale alcuna registrazione di presentazioni su nastro audio o video prodotte dall’Associazione.
L’Associazione si riserva il diritto, a sua sola discrezione, di richiedere l’immediata eliminazione di qualsiasi materiale non conforme o offensivo utilizzato dagli Associati per promuovere i prodotti o l’opportunità offerta.
La violazione di una qualsiasi delle limitazioni di cui sopra può provocare la sospensione immediata e/o la rescissione dell’iscrizione all’Associazione.
Gli Associati devono utilizzare solo i canali di distribuzione autorizzati per creare le proprie organizzazioni di marketing.

10. Pubblicità Online
Tutte le disposizioni generali sulla pubblicità si applicano alla pubblicità internet/ elettronica, compresi post su qualsiasi sito di social media (es.: Facebook, Twitter, Instagram, TikTok, Linkedin) o siti di opinioni (es.: blog)
Gli Associati non dovranno promuovere o vendere i prodotti e servizi della Società in qualsiasi asta o sito di vendita online o fisica (compreso, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, eBay…). Per proteggere il marketing relazionale da persona a persona, l’Associazione può, a sua discrezione, vietare che i suoi prodotti siano promossi o venduti su qualunque sito web che non venga ritenuto accettabile.
I nomi di dominio che si intendono utilizzare per la commercializzazione dei prodotti o dell’opportunità offerta dall’Associazione devono essere sottoposti ad approvazione prima dell’acquisto.
Gli Associati non sono autorizzati a usare il nome commerciale “PlaySharing” o alcun marchio delle Società con le quali essa ha partnership commerciali esclusive (o alcun derivato o variazione simile dello stesso che possa confondere qualcuno e portarlo a credere di avere a che fare con l’Associazione o le Società collegate) come parte di un indirizzo e-mail, nome di dominio, annuncio online, ragione sociale, username e/o dettagli contrattuali. Gli Associati convengono di cedere alla Associazione, a proprie spese, qualsiasi nome di dominio risulti violare questa disposizione.
L’Associazione offre siti Web personali replicati con un testo preventivamente approvato e fotografi e per gli Associati affinché essi possano gestire i propri clienti al dettaglio e iscrivere nuovi Associati.
Pagine di iscrizione o carrelli di vendita/ piattaforme di e-commerce indipendenti da quelli sui siti Web replicati emessi dalla Società non saranno autorizzati per la promozione dei prodotti o dell’opportunità offerta dall’Associazione.
Gli Associati possono creare i propri siti Web indipendentemente dai siti Web messi a disposizione dalla Società, a condizione che questi siano stati sottoposti ad approvazione da parte dell’Associazione prima di essere pubblicati. Per avviare il processo di approvazione del sito Web personale, contattare amministrazione@playsharing.it per istruzioni e per i requisiti attuali di spese legali. Una volta ricevuta la richiesta di approvazione, l’Associato conviene che qualsiasi futura modifica al sito deve essere sottoposta e autorizzata per iscritto dalla Società.
Gli Associati sono responsabili di aggiornare il proprio sito indipendente, comprese le informazioni su prodotti, promozioni, eventi e marketing. Qualsiasi sito Web approvato è autorizzato esclusivamente per uso personale. Gli Associati non possono fornire ad altri Associati siti Web replicati creati in modo indipendente.
La violazione di una qualsiasi delle limitazioni di cui sopra provocherà una sospensione e/o risoluzione immediata dell’iscrizione all’Associazione in attesa di rimozione del materiale offensivo e/o di un’indagine disciplinare.

11. Spam
L’Associazione mantiene una politica di tolleranza zero nei confronti di qualsiasi attività di spam da parte degli Associati. Lo spam consiste nell’invio massivo o individuale di posta elettronica o altri messaggi nel tentativo di forzare le informazioni nei confronti di persone che non hanno specificamente espresso il desiderio o concesso l’approvazione a ricevere dette informazioni, indipendentemente dal fatto che il messaggio sia firmato o meno.
PlaySharing non permette agli Associati di inviare e-mail commerciali non richieste, a meno che tale invio non rispetti le leggi e i regolamenti applicabili e sia stato approvato dall’Associazione prima della distribuzione. Qualsiasi e-mail inviata dall’Associato che promuova PlaySharing, l’opportunità offerta da PlaySharing o i prodotti e i servizi di PlaySharing deve rispettare i seguenti punti:
a) L’ e-mail deve essere corredata da un avviso che informa il destinatario del fatto che quest’ultimo ha la possibilità di rispondere all’e-mail, attraverso un indirizzo e-mail di risposta attivo, per richiedere che in futuro non siano più inviate offerte o corrispondenza via e-mail (richiesta “opt-out”). Deve essere presente un indirizzo e-mail di risposta attivo al mittente.
b) L’e-mail deve includere l’indirizzo di posta fisico dell’Associato.
c) L’e-mail deve chiaramente e visibilmente affermare che il messaggio è una pubblicità o un’offerta. d) È proibito l’uso di parole ingannevoli nella riga dell’oggetto e/o false informazioni nel titolo.
e) Tutte le richieste opt-out, ricevute via e-mail o via posta, devono essere rispettate.
La Società può inviare periodicamente e-mail commerciali in nome degli Associati.L’Associato conviene che l’Associazione possa inviare dette e-mail e che l’indirizzo fisico ed elettronico dell’Associato siano inclusi in dette email come sopra descritto. Gli Associati Partner alle vendite indipendenti dovranno rispettare le richieste opt-out.

12. Tecniche di Telemarketing
Gli Associati non devono far uso del telemarketing per esercitare la propria attività PlaySharing . Con il termine “telemarketing” si intende l’invio di una o più chiamate telefoniche a un individuo o a un’entità per indurre l’acquisto di un prodotto o di un servizio PlaySharing , o per coinvolgere gli stessi nell’opportunità offerta da PlaySharing . La legislazione vigente stabilisce le limitazioni delle pratiche di telemarketing e gli Associati sono responsabili di osservare tali leggi. Le “chiamate a freddo” effettuate a potenziali clienti o Associati che promuovono i prodotti o i servizi PlaySharing o l’opportunità offerte dalla Società Partner costituiscono telemarketing e sono pertanto vietate dalle norme etiche dell’Associazione.

CLICCA QUI per scaricare il File .PDF delle Norme Etiche dell’Associazione PlaySharing

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]